Laeila Adjovi, Malaika Dotou Sankofa # 3, 2016. Stampa a colori su carta per belle arti / Edizione limitata / 80 x 80 cm © Laeila Adjovi / Loïc Hoquet

Progetti ART AFRICA // AKAA UNDERGROUND:

Nell'ambito di AKAA UNDERGROUND - un laboratorio d'arte composto da workshop, incontri con artisti, insegne di libri ed esibizioni al piano inferiore del Carreau du Temple - ARTE AFRICA rivista presenterà il lavoro del vincitore del 'GIOVANI COSE LUMINOSE'Award & Residency Program 2017, Laeila Adjovi, così come i nuovi lavori di Jacob Tetteh-Ashong - figlio dell'acclamato scultore ghanese di fantasia, Paa Joe.

Laeila Adjovi, Malaika Dotou Sankofa # 3, 2016. Stampa a colori su carta per belle arti / Edizione limitata / 80 x 80 cm © Laeila Adjovi / Loïc HoquetLaeila Adjovi, Malaika Dotou Sankofa # 3, 2016. Stampa a colori su carta per belle arti / Edizione limitata / 80 x 80 cm © Laeila Adjovi / Loïc Hoquet.

LAEILA ADJOVI

Ispirata dal suo background nella fotografia documentaristica e nel giornalismo, Laeila ha creato Malaika Dotou Sankofa - una serie di foto di un personaggio femminile che personifica l'idea di "liberarsi".

In Swahili e Wolof - una lingua del Senegal - "Malaika" si traduce in "angelo"; nella lingua Fon del Benin, "Dotou" si traduce in "forte, determinato"; e in Ghana, "Sankofa" è un simbolo di Andinkra dell'uccello che si trova dietro di esso. 'Sankofa' si riferisce all'idea di imparare dal passato.

Utilizzando una varietà di mezzi per creare le ali e fotografare in film su un formato medio, Malaika Dotou Sankofa ci dice che quando l'Africa sorge - e sì, sta aumentando - accadrà alle sue condizioni.

Jacob Tetteh-Ashong, Untitled, 2017. Vernice automativa su legno, 300 x 200 x 200 mm ciascuno (18 pezzi), dimensioni di installazione varie. Per gentile concessione dell'artista.Jacob Tetteh-Ashong, Senza titolo, 2017. Vernice automativa su legno, 300 x 200 x 200 mm ciascuno (18 pezzi), dimensioni di installazione varie. Per gentile concessione dell'artista.

JACOB TETTEH-ASHONG (nato nel 1988, Accra, Ghana)

Tra il 2008 e il 2016 ha svolto il suo apprendistato sotto l'acclamato intagliatore di bara fantasy Paa Joe, suo padre.

Nel 2016 si è laureato da suo padre come maestro, ricevendo benedizioni da suo padre Paa Joe. Ha partecipato a numerose mostre collettive a livello internazionale con la sua prima mostra personale a Cape Town, in Sudafrica, nel 2015.

È apparso su media internazionali tra cui BBC, The Guardian, Independent Post.

Riferendosi ai numerosi saloni di parrucchieri che commercializzano e vendono parrucche e trecce in tutto il continente africano e all'estero, Jacob Tetteh-Ashong ricrea un negozio che pubblicizza questi servizi.

I prodotti per i capelli e la bellezza sono un'industria da svariati miliardi di dollari e i suoi clienti numero uno sono donne di colore e donne di origine africana in tutto il continente africano e all'estero.

Tetteh-Ashong si chiede perché queste donne si sentano in dovere di adornarsi in questo modo, invece di abbracciare la loro naturale bellezza ed estetica?

Jacob Tetteh-Ashong, Untitled, 2017. Vernice automativa su legno, 300 x 200 x 200 mm ciascuno (18 pezzi), dimensioni di installazione varie. Per gentile concessione dell'artista.Jacob Tetteh-Ashong, Senza titolo, 2017. Vernice automativa su legno, 300 x 200 x 200 mm ciascuno (18 pezzi), dimensioni di installazione varie. Per gentile concessione dell'artista.