AA 02 COPERTINA JPEG

The ART AFRICA, numero di dicembre: "Di chi è il sud?"

Lo ARTE AFRICA il team ha lavorato sodo sul prossimo numero di dicembre, "Di chi è il sud comunque?" Abbiamo inviato la seconda edizione del nuovissimo ARTE AFRICA da stampare e attendiamo con impazienza il suo arrivo sugli scaffali e in numerose fiere ed eventi d'arte in tutto il mondo, incluso Akaa (Conosciuto anche come Africa) a Parigi!
Ecco alcuni dei punti salienti del numero di dicembre ...

AA 02 COPERTINA JPEGARTE AFRICA Numero di dicembre, "Di chi è il sud comunque?" con Omar Victor Diop, Frederick Douglass, 2015. Stampa a getto d'inchiostro a pigmenti su carta Hahnemühle di Harman. Immagine per gentile concessione della Galleria Magnin-A, Parigi.
Man mano che la nostra attenzione al discorso globale si espande, noi - come membri del cosiddetto "sud geopolitico" - ci troviamo al centro di un dialogo molto più ampio. Con la portata sempre più ampia del dibattito e diversi punti di vista, diventa quasi impossibile costruire un argomento coeso che rifletta e rappresenti tutti di queste voci disparate.
Nella migliore delle ipotesi, ci vediamo come facilitatori e la nostra piattaforma come una persona che pone domande pertinenti a voci e pensatori leader che forniscono le loro preziose intuizioni. Questo problema cerca di trovare, porre domande e riferire; presentare diversi punti di vista nella speranza che ciò crei dibattiti salutari e dia luogo a conversazioni costruttive.
Questo numero di dicembre, intitolato "Di chi è il sud, comunque?" è alle prese con e affronta alcune domande pertinenti relative ai concetti del "Sud globale", come ad esempio: Cosa viene considerato il "Sud globale"? Chi comprende questa definizione e quali sono i suoi effetti? E, sempre più, queste definizioni e delineazioni sono ancora rilevanti?
Questa particolare edizione prende il nome dal nostro pezzo di posizionamento di Valerie Kabov, "Di chi è il sud comunque?" (P.11). Kabov dà una voce indispensabile a questo tema, sia come fondatore che come direttore di Galleria del primo piano Harare e, siamo lieti di annunciare, uno dei nostri team come ARTE AFRICA Editor-at-Large!
Come sostiene Kabov, "termini come Global North e Global South sono ingannevoli nella loro semplicità". Mentre la maggior parte del capitale economico risiede nel Nord, il Sud del mondo ospita oltre l'ottanta per cento della popolazione ed è diventato sinonimo del "mercato emergente" - fornendo ogni tipo di risorse, servizi e materie prime; uno dei quali è l'arte contemporanea.
Nel suo articolo, "Voices From the Global South" (p. 12), il Istituto di arti africaneLa direttrice della ricerca (AFAI), Sophia Olivia Sanan, tocca l'indagine sul discorso dominante, riconoscendo i "flussi migratori in continua crescita ... e l'instabilità ambientale [che] sono alcune delle caratteristiche distintive della globalizzazione".
Vi sono prove che suggeriscono che la produzione artistica del Sud del mondo stia ulteriormente emergendo a pieno titolo - festival come il Videobrasil (a cui siamo stati invitati, p.100) testimoniano il fatto che il Sud può ospitare questo tipo di collaborazioni e lo sono da tempo (anche con molto successo). Sulle nostre coste, le fiere d'arte piacciono Incontri Bamako (ARTE AFRICA era in Mali per l'evento di apertura, p.122), il FNB JoburgArtFair (ampia recensione di Ashraf Jamal a p.150) e Festival LagosPhoto hanno mostrato una crescita sostanziale negli ultimi dieci anni. In parte è a causa di questa crescita che fiere come 1: 54 e Conosciuto anche come Africa (vedi la nostra funzione a p.200 e la recensione di 1:54 a p.160) hanno cercato di comprendere la profondità dei talenti emergenti che l'Africa ha da offrire.
Sebbene il "Sud globale" possa essere un concetto appiccicoso da percorrere, il pezzo di posizionamento "A Concept in Flux" (p. 228), della curatrice e storica brasiliana, Sabrina Moura impiega nuovi modi di pensarci. Come sottolinea, "i concetti sono spesso usati come strumenti discorsivi per supportare progetti artistici e curatoriali che devono ricorrere al regno della teoria". La nostra domanda è: cosa siamo noi fare a proposito? Speriamo che, mantenendo una "prospettiva contestualizzata, potremmo evitare di perdersi tra generalizzazioni che rispondono solo alle esigenze di qualsiasi pratica che aiuti a convalidare ed edificare".
Altri punti salienti sono:
Cerca "Di chi è il sud comunque?" - presto sugli scaffali di un negozio vicino a te! Ci troverete su Exclusive Books e CNA, nonché in altre librerie e punti vendita di nicchia in tutto il Sud Africa. Non in campagna? Nessun problema! Inviaci un'e-mail per richiedere informazioni sugli abbonamenti internazionali su leigh [at] artafricamagazine [dot] org