Architettura per il cambiamento

Preparare il futuro

In un mondo di conflitti e tumulti, in cui le vite umane spesso significano così poco e le comunità sono lacerate da differenze politiche - spesso non c'è nessun posto dove rivolgersi per il supporto, una mano da tenere o un sorriso gentile e poco tempo per l'indulgenza personale, istruzione e interazione culturale - Il Brasile ha adottato una soluzione interessante basata su un senso di comunità e uguaglianza, e questo è il SESC - Serviço Social do Comercio (il servizio sociale del commercio).

Il SESC, un'istituzione privata senza fini di lucro, è stata creata da e per l'industria dei servizi negli anni '1940 e opera nel campo del finanziamento delle arti e delle arti, delle prestazioni sanitarie, del tempo libero e dell'istruzione. Lo scopo era quello di creare un istituto per promuovere l'istruzione e il benessere sociale e dare impulso al commercio. Le società private hanno assunto l'obbligo nei confronti dei propri dipendenti di supportare finanziariamente queste istituzioni per l'industria e il commercio e questo contributo è stato incorporato nella legge. L'organizzazione ha la capacità di agire come collante sociale e modellatore dei cittadini, colmando il divario tra il settore pubblico e quello privato combinando il dinamismo con la capacità di informare le politiche pubbliche. Due istituti sono stati creati appositamente per l'istruzione e il benessere sociale. Il welfare sociale è stato il primo obiettivo del SESC e, all'interno di questo, le questioni relative alla cultura e all'istruzione sono diventate più importanti. L'istituzione di assistenza sociale affronta i diversi aspetti della vita - alloggio, lavoro e trasporti - e tutti riguardano l'istruzione e la cultura.

La cultura è diventata sempre più importante e, all'interno della cultura, le arti diventano incommensurabilmente importanti. Il SESC affronta questioni come come preparare le persone a confrontarsi con l'arte, come educare le persone per l'arte e come mostrare l'arte in Brasile e a livello internazionale - come comprendere l'arte in generale. L'istruzione e l'informazione erano gli obiettivi principali dell'inclusione delle arti nel SESC.

Il SESC ha stretto solide partnership con vari gruppi artistici e culturali, come Videobrasil, che attira l'attenzione internazionale sulle loro istituzioni. Ci sono 40 centri nello stato di San Paolo e più di 500 centri in tutto il paese. Intrecciata intrinsecamente con il SESC è l'architettura unica di ogni edificio progettata per la sua funzione e scopo specifici. Alla domanda sull'importanza della componente architettonica degli edifici del SESC, il direttore regionale del SESC San Paolo, Danilo Santos de Miranda, ha risposto: “Quando uno spazio diventa un 'luogo'? Quando esattamente una posizione geografica, destinata a determinati altri scopi, inizia a significare una realtà modellata da identità, aspettative e stanziamenti intrecciati. "

Videobrasil ha avuto luogo presso il centro ricreativo SESC Pompéia, che occupa una vecchia fabbrica. Nel 1977 questo è stato convertito da un architetto italiano, Lina Bo Bardi, in un complesso brutalista inventivo. Le sue finestre assumono la forma di strani fori, che evocano la ruvidezza artigianale di gran parte della costruzione indigena sudamericana.

È aperto agli effetti del tempo e del caso - come lo sono alcuni dei suoi altri edifici - ad esempio, viene trasformato dalla pioggia quasi tropicale di San Paolo, che si riversa in grandi canali di ciottoli, rendendo il luogo un festival di acqua.

SESC Pompéia è un edificio potente e generoso, che consente alle sue molteplici attività di coesistere felicemente. Bo Bardi, che morì nel 1992, era volitivo e appassionato, come dimostra l'indimenticabile castello di cemento. Realizza cose spesso sperate, come la coesistenza di cultura alta e bassa, scacchi, calcio e balletto, vecchi e giovani, architettura ambiziosa e la quotidianità.

De Miranda continua: “SESC ha anche una casa editrice, riviste, siti Web e una piattaforma digitale per il nostro marchio per diffondere informazioni su ciò che sta accadendo nei centri e creare un ambiente in cui siamo in grado di connetterci con la persona dietro lo schermo. Quindi è tutto molto proattivo.

Stiamo facendo molte cose nella nostra comunità, ma, soprattutto, dobbiamo pensare a preparare il futuro e metterci in contatto con le persone per aiutarci a preparare il futuro. Abbiamo un forte legame con le università e offriamo anche corsi, discussioni e dibattiti nei nostri centri.

È anche importante notare che sappiamo dove siamo e lo stato attuale del nostro paese. Abbiamo molti problemi e molte differenze sociali, e abbiamo bisogno di questo tipo di prospettiva - come la prospettiva del SESC - per cambiare e migliorare il nostro Paese ".

Area comune, 2011. © Markus Lanz. Per gentile concessione di Sesc-SP (Serviço Social do Comércio).Area comune, 2011. © Markus Lanz. Immagini per gentile concessione di Sesc-SP (Serviço Social do Comércio).

Esterno di Sesc Pompeia, 2012. © Markus Lanz Esterno di Sesc Pompeia, 2012. © Markus Lanz. Immagini per gentile concessione di Sesc-SP (Serviço Social do Comércio).

Area comune, 2011. © Markus Lanz. Per gentile concessione di Sesc-SP (Serviço Social do Comércio).
IMMAGINE IN EVIDENZA: dettaglio dell'area Commons, 2011. © Markus Lanz. Per gentile concessione di Sesc-SP (Serviço Social do Comércio).
Una versione precedente di questo articolo si riferiva all'architetto come brasiliano. Da allora questo errore è stato corretto online.