elizabeth balcomb sasol nuove firme

Annuncio del vincitore 2014 di Sasol New Signatures

Lo Nuove firme Sasol Il concorso artistico è stato istituito dall'Association of Arts Pretoria all'inizio degli anni '1960 ed è il concorso d'arte nazionale più longevo del Sud Africa. Quest'anno, Sasol celebra una pietra miliare nel suo contributo allo sviluppo dell'industria artistica e culturale del Sud Africa in questo 25 ° anno come sponsor principale del concorso artistico Sasol New Signatures.

elizabeth balcomb sasol nuove firme

DA SINISTRA A DESTRA: Elizabeth Balcomb Io sono te; Sopravvivenza (2014)

Il concorso artistico Sasol New Signatures è diventato uno dei principali concorsi del calendario artistico in Sud Africa, e oggi i vincitori del concorso sono nomi familiari. Sasol New Signatures è unico in quanto è l'unico concorso per nuovi artisti, che offre loro l'opportunità di mostrare il loro lavoro per la prima volta. Il concorso è aperto ad artisti che abbiano compiuto 18 anni (cittadini sudafricani) e che non abbiano tenuto una mostra personale (un insieme di almeno 20 opere esposte in una galleria commerciale) se non per scopi accademici.

L'arte gioca un ruolo importante nel tessuto culturale della nostra nazione e le competizioni servono a incoraggiare una maggiore creatività per età, genere e istruzione, oltre a riconoscere la ricchezza di talenti che abbiamo nel nostro paese. Sasol è emerso come uno dei leader nel continuo sostegno delle arti e della cultura in Sud Africa.

La vincitrice assoluta per il 2014 è Elizabeth Jane Balcomb, con la sua proposta, "Serie pesate e misurate". Le figure animali / umane in alcune tradizioni artistiche simboleggiano caratteristiche simili agli animali negli esseri umani, come l'aggressività, la passività o l'avidità, che sono spesso viste come negative. I pezzi di Balcomb, come le figure teriantropiche nei dipinti di San, aprono una finestra tra il mondo quotidiano e quello spirituale, tra i regni dei vivi e dei morti. Esplorano la relazione tra il mondo umano e quello animale, suggerendo che l'identità è fluida, misteriosa e bella, e che la coscienza è una condizione comune, non l'unico attributo degli esseri umani.
I Therianthropes fanno parte dei miti umanistici da migliaia di anni e hanno una risposta molto profonda. Gli studi di Balcomb sulla conservazione della natura l'hanno portata a concentrarsi su questo fenomeno, credendo che siano il simbolo di una cultura che sta diventando sempre più attenta al nostro ambiente.
La iena dentro Sopravvivenza è il simbolo di una società matriarcale che si riflette come avente una forma di potere meno desiderabile, quasi corrotta. Vista come una disperata abitante di periferia, che usa modi subdoli per sopravvivere, deve combattere per dimostrare il suo valore per semplicemente vivere. Il modello per il pezzo, Io sono te, è il figlio di Balcomb. Secondo lei, l'unità familiare è il nucleo dell'umanità e il ruolo delle madri al suo interno è fondamentale. Dice: "Mentre lo realizzavo, ho riflettuto sul tempo trascorso a essere sua madre, sul mio istinto di protezione e sul fatto che a lungo termine, il fallimento in questo senso è inevitabile".
La vincitrice di Sasol New Signatures 2013, Dot Vermulen, presenta la sua prima mostra personale al Pretoria Art Museum da 4 settembre a ottobre 19 2014. La mostra di Vermeulen, intitolata "Posting Presence", esplora il modo in cui le persone depositano negli spazi pubblici, utilizzando le impressioni digitali. Attraverso la sua mostra, descrive vari spazi pubblici quotidiani di cui normalmente non si sarebbe tenuto conto e ritrae l'interazione tra questi spazi e corpi. Come parte del suo premio, Elizabeth Balcomb ospiterà la sua mostra personale nel 2015.