Invocazioni ancestrali

Lizette Chirrime esplora la comunità, la femminilità e le connessioni spirituali

Una conversazione con l'artista Lizette Chirrime apre un caleidoscopio di pensieri, idee e possibilità. Mentre discute del suo lavoro, rimani immediatamente affascinato dalla profondità delle sue esperienze emotive e dal rapporto che ha con le sue opere. Nella sua recente mostra "Le forme della domanda invisibile" alla Galleria WORLDART di Città del Capo, ha presentato un rapporto intimo con il suo passato, la sua comunità e la sua femminilità attraverso i suoi dipinti e le sue installazioni.

Lizette Chirrime, Spirito danzante. Collage di tessuto e corda di cuoio cucita su tela, 170 x 133 cm. Tutte le immagini per gentile concessione della galleria WORLDARTLizette Chirrime, Spirito danzante. Collage di tessuto e corda di cuoio cucita su tela, 170 x 133 cm. Tutte le immagini per gentile concessione della galleria WORLDART.

I suoi dipinti su larga scala sono esuberanti opere a strati di tessuto su tela, costituite da un mosaico di forme di figure mistiche e intense. Le forme astratte ricordano l'acqua che scorre - e sono rese in un collage di stampati Shweshwe tessuti e altre stampe di ispirazione africana che attirano la tua attenzione immediata. Nata e cresciuta a Maputo, Mozambico Chirrime non ha ricevuto alcuna educazione artistica formale, ma questo non è mai stato un deterrente per lei. Usando le sue abilità pittoriche e di cucito ha creato il suo mezzo unico e la sua pratica artistica.

Le sue opere esprimono la sua profonda connessione sia con il mondo spirituale che con il surreale - che è abbinato in modo vivido e vibrante nel suo stile distinto e riconoscibile. Crede che i suoi antenati siano fortemente collegati ai suoi sogni, e sta per rivelare che gli spiriti che incontra nei suoi sogni, sono incorporati e tradotti attraverso il suo lavoro, spiegando che gli spiriti vengono da lei come messaggeri dei suoi antenati per trasmettere le loro storie a sua. Elabora "tradizionalmente appartenevamo a una famiglia reale - ma non possediamo più questo titolo. Credo che i miei antenati mi usino per esprimere tutto ciò che devono dire e raccontare le loro storie dimenticate. Nessuno parla più di loro, del loro regno o della loro stirpe reale ”. I dipinti di Chirrime diventano così veicoli per comunicare il passato dimenticato.

Temi coerenti all'interno del suo lavoro sono il potenziamento delle donne e la celebrazione dei loro corpi, la guarigione del sé più profondo e della sua comunità. Attraverso il viaggio di cura del trauma, scoperta di sé e narrazione - Chirrime sta trasmettendo la narrativa di molti altri che condividono le sue sfide e preoccupazioni.

Spiega “Queste forme astratte evocano il corpo umano e la mia pratica rispondente all'identità in cui modifico la mia immagine di sé e trascendo una dolorosa educazione che mi ha lasciato in frantumi e rotto. Mi sono letteralmente "ricucito" insieme. " Accanto a scene di liberazione e danza, le preoccupazioni delle donne africane sono le preoccupazioni di questo corpus di lavori. Usando l'acqua e il corpo femminile, sto commentando la linea sottile tra felicità e tristezza. "

Il libro di Ndimande, lana e tessuto, 575 x 425 cm.Il libro di Ndimande, Tessuto di lana e tessuto, 575 x 425 cm.

Chirrime continua a celebrare il potenziamento delle donne africane con la sua installazione intessuta Il libro di Ndimande, un monumentale pannello intrecciato che copre un'intera parete della galleria. L'impressionante pezzo ricorda gli arazzi di bottigliette di El Anatsui che hanno avuto un'enorme influenza su un numero di artisti contemporanei emergenti del continente. Come le opere d'arte di Anatsui in cui coinvolge le comunità per aiutare a creare i suoi pezzi, così anche Chirrime ha lavorato con la sua stessa comunità per lavorare minuziosamente Il libro di Ndimande insieme.

L'opera ha un aspetto etereo essendo stata lavorata a mano con l'aiuto di un'assistente dello Zimbabwe e di sua zia che hanno creato tessuti usati nell'opera. L'enfasi è sul colore, la forma e la forma e proprio come la sua pittura fornisce una narrazione di un passato di cui non si parla più.

L'empatia di Chirrime per la lotta quotidiana della donna africana si riferisce al fatto che, nonostante la loro vasta gamma di abilità e talenti creativi - che potrebbero aiutarli a raggiungere "cose ​​più grandi" - sono costretti e gravati da una copiosa quantità di doveri domestici. Parlando per esperienza personale come madre single, Chirrime aggiunge che "la maggior parte delle volte le donne mettono le loro idee e le loro abilità nel tentativo di andare a lavare i vestiti di altre persone e pulire le loro case, per le noccioline. Hanno due lavori, perché quando hanno finito il lavoro per qualcun altro devono andare a casa e prendersi cura delle proprie case e famiglie. Per me è molto doloroso da guardare. "

La guarigione è un tema costante enfatizzato nella sua pratica, sia fisica che emotiva. Soffrendo di cattiva salute prima di intraprendere Il libro di Ndimande - Chirrime racconta come il suo assistente abbia sperimentato una notevole quantità di guarigione attraverso le qualità rilassanti e terapeutiche dell'intreccio e della maglia.

Flexible Mind, 2018. Collage di tessuto e corda di cuoio cucita su tela, 124 x 163 cm.Mente flessibile, 2018. Collage di tessuto e corda di cuoio cucita su tela, 124 x 163 cm.

Sara Moneer Khan è una scrittrice ARTE AFRICAla redazione.

Questo articolo è stato pubblicato nel numero di dicembre 2018 di ART AFRICA, "STRONGER TOGETHER".