Un artista ai tempi della quarantena

Samuel Ajobiewe condivide i suoi pensieri sulla pandemia in quanto colpisce l'Africa e gli artisti che vivono e lavorano nel continente

L'arte ha sempre fatto parte di Samuel Ajobiewe. Il suo amore per l'arte rende tutto ciò che lo circonda funge da influenza e ispirazione per la creazione di opere. Ha iniziato a documentare gli aspetti della vita quotidiana e del suo ambiente, avendo spesso sua moglie (che è anche artista) e i suoi figli - una musa ispiratrice di molti suoi ritratti.

Fin dall'inizio, Ajobiewe ha esplorato l'arte come mezzo per documentare la storia. Nel corso degli anni della sua lunga pratica, ha imparato il suo mestiere, documentando la vita quotidiana dell'uomo di tutti i giorni, e poi si è evoluto in un critico sociale. Le opere d'arte che ha prodotto di recente affrontano questioni di insicurezza, turbolenze politiche, diritti umani e altri problemi angoscianti che hanno attaccato il tessuto della società nigeriana.

In questi tempi in cui il mondo si è trovato in una situazione senza precedenti con la pandemia COVID-19, Ajobiewe condivide i suoi pensieri sulla pandemia in quanto colpisce l'Africa e gli artisti che vivono e lavorano nel continente.

Qual è la tua visione artistica della vita?

Samuel Ajobiewe: Se guardi alla scienza, alla tecnologia e alla medicina, troverai tutto ciò che riguarda l'arte. L'arte dà vita a quell'essere. Se guardi all'inizio secondo i libri, un creatore creato e le cose prendono vita, senza arte le cose non nasceranno.

Medio?

Ho usato l'olio per diversi anni, poi mi sono fermato e sono passato all'acrilico, mentre eravamo a scuola, ci hanno insegnato l'uso di materiali diversi: acrilico, pastello, carbone, olio, tempera, ogni sorta di materiale. Mentre nel mio ND (National Diploma), abbiamo lavorato con argilla e fibra di vetro.

Ho lavorato con l'acquerello, ho lavorato con l'olio, ho lavorato con il pastello a olio, ho lavorato con il pastello a gesso, attualmente, sto lavorando con acrilico, ho lavorato con materiale sperimentale, ho usato gli estratti di acquerello. Mi piace usare materiali diversi.

Dipende dall'umore. I miei lavori principali su tela sono realizzati in acrilico.

Cosa ne pensi della pandemia globale in corso?

Il mondo sta cambiando, le cose non rimarrebbero più le stesse. Sono le persone che coltivano l'abitudine di usare ciò che hanno per ottenere ciò che vogliono che sopravviverebbe in questi tempi. I paesi che non gestiscono bene le proprie risorse troveranno difficile farcela. Cose come la vita sociale saranno modificate a causa del distanziamento sociale, le cose non tornerebbero come prima anche dopo la fine della pandemia.

Sono arrivate polemiche con l'avvento del virus, cosa ne pensi di alcune delle controversie che hanno fatto notizia in varie parti del mondo?

Inizierò con Wuhan in Cina, dove si ritiene che il virus sia iniziato. Esistono varie storie secondo cui si tratta di un'arma biologica che potrebbe essere trapelata accidentalmente da un laboratorio. Credo che gli esseri umani possano creare virus. Basta guardare al modo in cui hanno creato il cibo che è stato geneticamente modificato. Esistono virus creati dall'uomo, ma non so se sia fuggito da un laboratorio. Inoltre, è stato riferito che la tecnologia 5G è stata utilizzata per diffondere il virus, ma il 5G è una radiofrequenza e non un microrganismo. Come artista, so che più la frequenza potrebbe avere un effetto sugli esseri umani, ma dal momento che consumiamo e non produciamo principalmente in Nigeria, saremo costretti ad accettare il 5G perché come artista ho bisogno della tecnologia per andare avanti .

In che modo la risposta dei governi africani al Virus Corona ti ha influenzato come artista?

I paesi africani stanno rispondendo bene nel limitare il virus. In alcuni paesi africani, come in Nigeria, è emersa una certa mancanza di attitudine e il virus si è intensificato. A parte questo, l'Africa sta andando bene. Il Senegal utilizza clorochina e altri farmaci per il trattamento e le persone con il virus stanno rispondendo bene.

I leader africani non si sono affermati. Il Madagascar è impegnato a distribuire farmaci Covid-19 e non ci sono notizie di nuovi casi dopo che è stato dato a persone che sono risultate positive. Ora, la Repubblica Democratica del Congo ha emesso ordini dal Madagascar. Abbiamo erbe in Africa che possono aiutarci a combattere questo virus.

Quali sono alcuni dei soggetti correlati a Covid-19 che dovremmo aspettarci di vedere?

Molti artisti rimangono nei loro studi e escono per rinfrescarsi e ottenere nuove idee, ma ora nessuno può uscire. Ciò significa anche che non possiamo sostituire i materiali artistici quando sono esauriti. Anche se influenza le idee, presenta anche altre idee all'artista. Gli artisti lavoreranno su temi relativi alle maschere per il viso e alla distanza sociale.

Credi che la pandemia finirà?

Anche se scompare, il virus potrebbe riaffiorare e colpire le persone di tanto in tanto. Non penso che sparirà completamente.

Qual è la tua proiezione per gli artisti post-COVID19?

Le cose non rimarranno mai le stesse di quelle che ho detto prima. Gli artisti potrebbero aver bisogno di certificati di vaccinazione contro il coronavirus prima di poter recarsi in altri paesi per mostre o fiere d'arte. Ciò significa che i vaccini per il virus diventeranno una parte importante del viaggio. Inoltre, alcuni artisti prenderanno sul serio i momenti della registrazione, in modo che le generazioni future sappiano come il mondo si è unito in unità per trovare una soluzione.

Obidike Okafor è un giornalista di Lagos, in Nigeria.