LAMPRECHT Gerald Machona P copia

Afronauta alla fiera d'arte di Città del Capo

Gerald Machona ha scelto la Cape Town Art Fair per creare un pezzo di performance che invita il pubblico a impegnarsi in modo critico con la valuta e il suo valore. Al centro di questa esibizione ci sarà il tentativo di esplorare la svalutazione della valuta attraverso il suo personaggio, Ndiri Afronaut (una tuta spaziale fatta di soldi) e la sua opera artistica di valuta dismessa.

LAMPRECHT Gerald Machona P copia
Gerald Machona, proiezione HD "People from Far Away", 15 minuti. Edizione di 5 + 2AP. Immagine gentilmente concessa dall'artista
Il personaggio che Ndiri Afronaut interpreta in una tuta da astronauta meticolosamente ricucita dai dollari dello Zimbabwe dismessi e raffigura il legame di Machona con la storia e le tendenze contemporanee della migrazione diasporica africana nel continente e in particolare, più recentemente, la migrazione dei cittadini dello Zimbabwe nei vicini paesi SADC e all'estero, a seguito del crollo politico ed economico del Paese. Questa straordinaria opera d'arte sarà "live" alla fiera d'arte di Città del Capo sabato 01 marzo 2014 alle 13.

Mentre il Sudafrica ospita la più grande popolazione di questi cittadini dello Zimbabwe che vivono nella diaspora, nel maggio del 2008 erano tra i cittadini stranieri perseguitati dagli attacchi xenofobi. È stato riferito che le persone sono state prese di mira attraverso un processo di profilazione che ipotizzava che gli autentici sudafricani fossero più chiari di carnagione o fluenti in una lingua indigena; ciò ha comportato che 21 delle 62 vittime fossero cittadini locali. Tali credenze hanno complicato chi è considerato un "insider" e un "estraneo" nella società sudafricana - contrapponendo "nativo" a "alieno" e perpetuando un senso esclusivo di appartenenza che ricorda la dottrina dell'apartheid.
Per gentile concessione di Wired Communications