UNDERLINE - una nuova piattaforma espositiva per curatori indipendenti

UNDERLINE - un'innovativa piattaforma e mostra curatoriale - è stata ospitata al Museum of African Design (MOAD) di Johannesburg, in Sudafrica, dal 12 al 15 settembre

Con le loro stesse parole, "Lo spettacolo UNDERLINE del 2019 ha offerto una piattaforma a un notevole gruppo di voci indipendenti dal Sud Africa e oltre", questa non è solo una vera affermazione, ma l'UNDERLINE ha anche finito per essere un momento clou della "settimana dell'arte" - che questo L'anno ha visto una pletora di eventi artistici che si svolgono in tutta la città di Johannesburg.

Warther Dixon, La doppia porta. ©ARTE AFRICA/ Stephan Rheeder

Fondata dai curatori indipendenti Natasha Becker, Londi Modiko e Lara Kossef, UNDERLINE è stata fedele al suo mandato di supportare voci indipendenti nell'arte contemporanea e ha offerto un lato rinfrescante alle affermate offerte di mercato di FNB Art Joburg, la nuova fiera LATITUDES Art Fair e SculptX .

C'era un ampio elenco di sponsor e partner di supporto che testimonia la natura collaborativa di questa piattaforma che è stata presentata nelle sezioni CURATED, FEATURED, SITE, PERFORMANCE e CONVERSATIONS. Il cuore della mostra sono stati i 12 progetti presentati sotto la sezione CURATED in tutto il Museum of African Design di Maboneng e intitolati: 'WOMXN Underground', 'The Whole Universe is Full', 'Yenza Kwenzeke', 'Familial Threads', '/ / Hui! Gaeb Where Clouds Gather ',' Portals ',' Johannesburg // Fragmenting Space and Time ',' Prepossessing the future ',' AMBUSH ',' Middle Center ',' The Rose that Grew from Concrete 'e' Street View '.

T-shirt di "The Rose that Grew from Concrete", a cura di Black Chalk & Co.

'The Rose that Grew from Concrete' è un progetto particolarmente coinvolgente a cura di Black Chalk & Co .: Tinashe Mushakavanhu e Nontsikelelo Mutiti che hanno presentato uno spettacolo sull'iconico scrittore zimbabwano Dambudzo Marechera, basato sugli ultimi cinque anni della sua vita di scrittore -stamp in Harare. Un altro momento saliente è stato "The Whole Universe is Full" di Nthabiseng Mokoena, una mostra collettiva di disegni, stampe digitali e installazione scultorea di Keneilwe Mokoena e Mmabatho Grace Mokalapa. Attraverso il confronto di opere di questi due artisti, la mostra dà uno sguardo all'esterno alla distesa del cosmo e scruta verso l'interno il fenomeno dell'esistenza nell'universo. La giustapposizione delle opere sospese dei due artisti è stata particolarmente interessante in relazione agli interventi scultorei. CURATED è stato integrato con un programma dinamico di spettacoli, conferenze e progetti speciali durante l'evento di tre giorni.

'The Whole Universe is Full', a cura di Nthabiseng Mokoena.

Il programma PERFORMANCE è stato presentato in collaborazione con i Bag Factory Artists 'Studios, dove sono stati presentati tutti i candidati selezionati per il 2019 del prestigioso David Koloane Award. forkingknife, in particolare, è stata una notevole esibizione che ha visto Benjamin Skinner tirare un carro su cui Oupa Sibeko, seduto in una grande pentola di ghisa rotonda, ha lanciato denaro agli spettatori mentre la performance si faceva strada tra la folla. Il pezzo è stato anche eseguito alla fiera FNB Art Joburg.

Oupa Sibeko, forkingknife. Eseguito presso l'FNB Art Joburg. ©ARTE AFRICA/ Storm Simpson

CONVERSATIONS, supportato da A4 Arts Foundation, è stato uno spazio per condividere esperienze pratiche e impegno critico sulla pratica della cura e ha presentato una vasta gamma di relatori dal continente e dall'estero. In mostra, artisti in vetrina e altri progetti mentre SITE ha presentato una serie di opere site specific e interattive di artisti locali e internazionali.

Con un'esperienza combinata locale e internazionale di oltre 20 anni nel mondo dell'arte contemporanea, il team femminile di UNDERLINE ha presentato una nuova piattaforma che non solo abbraccia il lato più spigoloso della città, ma si impegna in modo più equo con la vera demografia di la città.

ARTE AFRICA attende con impazienza la prossima edizione di questa piattaforma tanto necessaria.