Chris-Ofili

7 mostre internazionali di arte africana da vedere questo ottobre

ARTsouthAFRICA dà un'occhiata agli artisti africani e alla diaspora africana che espongono a livello internazionale questo mese. Con l'aiuto di AadatL'elenco delle opere d'arte compilato per ottobre, ecco un elenco di chi puoi vedere e dove.

Chris-Ofili
SOPRA: Chris Ofili, Afronirvana, 2002. Olio, acrilico, resina di poliestere, foglio di alluminio, glitter, spille per mappa e sterco di elefante su tela, 108 × 144 in (274.3 × 365.7 cm). Fonte immagine: Aadat

trayvon5-e1412112437750

# 1 Mona Marzouk: Trayon

Gypsum Gallery, Il Cairo, Egitto
30 settembre - 11 novembre 2014

Per la sua prima mostra personale al Cairo dal 2006, il progetto di Marzouk prende come punto di partenza l'aula di tribunale. Gli ultimi anni di dimostrazioni e sconvolgimenti socio-politici sono stati intensi e l'aula di tribunale come spazio in queste narrazioni dispiegate è stata ampiamente descritta dai media, come spazio per l'implementazione della giustizia. Ma lo stato di diritto e la giustizia sono in molti casi alle estremità opposte dello spettro. Il titolo del progetto si riferisce al caso molto pubblicizzato di Trayvon Martin.

SOPRA: Mona Marzouk, Trayvon # 5, 2014, acrilico su tela, 90 x 110 cm

PCFS-e1412112072233

# 2 Posta ammiraglia coloniale

StoreQuartier 21, Austria
2 ottobre 2014-23 novembre 2014

Il progetto espositivo "Post Colonial Flagship Store (PCFS)" mette in mostra opere d'arte mimetizzate come beni di consumo e si impegna in una nuova e surrettiziata forma di colonialismo. Opere di artisti provenienti da Europa, Africa, Asia e America Latina sono presentate come "prodotti commerciali" o come "agenzie di servizi" in un centro commerciale, la manifestazione moderna del grande magazzino.

SOPRA: Mansour Ciss Kanakassy, Lumumba, 2010, stampa alluminio, 125x80cm
Screen-Shot-2014-09-30-at-8.59.35-PM-e1412112026370
# 3: KLA ART 2014
Kampala, Uganda
4 - 31 ottobre 2014
KLA ART 014 è il festival di arte contemporanea di Kampala. Per tutto il mese di ottobre, il festival mostrerà al pubblico artisti contemporanei dell'Uganda e dei paesi vicini dell'Uganda. Il tema di quest'anno è Unmapped; chi sono le voci inaudite delle nostre città? Come possiamo rappresentare e celebrare l'invisibile abitante urbano?
1-54-e1412111964477
# 4: 1:54 Contemporary African Art Fair 2014
Somerset House, Londra
Ottobre 16 - 19, 2014

La seconda edizione di 1:54 Contemporary African Art Fair si svolgerà a Londra dal 16 al 19 ottobre 2014. 1:54 è una piattaforma per gallerie, artisti, curatori, centri d'arte e musei coinvolti in progetti relativi ad Africa e Africa e mira a promuovere l'arte di talenti affermati ed emergenti in un pubblico internazionale.

Kay-hassan

# 5: Kay Hassan: gente comune
Jack Shainman, New York
18 ottobre - 15 novembre 2014

Kay Hassan è noto soprattutto per le sue "costruzioni" su larga scala fatte di pezzi strappati, riconfigurati e incollati di manifesti di cartelloni stampati, Hassan lavora su numerosi media tra cui pittura, collage, installazione, video, scultura e fotografia. Il lavoro di Hassan è unificato da un continuo interesse per i temi della migrazione, espropriazione, commercio, sovrapproduzione, rifiuti e vita urbana

SOPRA: Kay Hassan, Senza titolo, 2013, costruzione di carta, 92 x 62 ″.

El-Anatsui-e1412111663834

# 6: El Anatsui

Jack Shainman, New York
18 ottobre - 15 novembre 2014

El Anatsui è un artista acclamato a livello internazionale che trasforma materiali semplici in complessi complessi che creano un impatto visivo distintivo. Usa risorse tipicamente scartate come tappi di bottiglie di liquore e grattugie di manioca per creare sculture che sfidano la categorizzazione. Il suo uso di questi materiali riflette il suo interesse per il riutilizzo, la trasformazione e un desiderio intrinseco di connettersi al suo continente trascendendo i limiti del luogo.

SOPRA: El Anatsui, Dusasa I, 2007 tappi per bottiglie di liquore in alluminio e filo di rame 288 x 360 ″

Chris-Ofili-2

# 7: Chris Ofili: notte e giorno

New Museum, New York
29 ottobre 2014-1 febbraio 2015

La prima grande mostra museale solista negli Stati Uniti dell'artista Chris Ofili, la mostra coprirà la carriera influente dell'artista, che comprende dipinti, disegni e sculture. Negli ultimi due decenni, Ofili si è identificato con opere d'arte vibranti, meticolosamente eseguite ed elaborate che fondono figurazione, astrazione e decorazione. Le giustapposizioni ibride di Ofili tra alto e basso, e tra sacro e profano, celebrano e mettono contemporaneamente in discussione il potere delle immagini e la loro capacità di affrontare le questioni della rappresentazione.

SOPRA: Chris Ofili, No Donna non piangere, 1998, tecnica mista su tela, 243 × 182 cm.

Per gentile concessione di tutte le immagini Aadat. Appare l'articolo originale, di Shanon Obuobi qui.